SEZIONE III
The good Dale is in the lodge and can't leave. Il tema della soglia in Twin Peaks e nei suoi eredi







Siamo alla terza sezione, che continua a indagare l’eredità così ricca del nostro show nella successiva generazione di nuove linee produttive, ma lo fa concentrando la propria attenzione su una prospettiva tematica specifica: quella della soglia, del limite, del confine.
In Porte, finestre e sipario rosso. La soglia come cifra estetica di Twin Peaks, Albergoni analizza il tema sia nel mondo visivo e narrativo di Lynch che in serie successive: la sala d’attesa dei Soprano; gli spostamenti tra tempi e mondi di Lost, con le sue botole e le sue caverne che sono anche porte; l’accesso a mondi altri in Dark, Leftovers e Westworld attraverso il superamento – anche qui – di soglie che possono essere esterne come interne.
In Sotto la soglia. Il lato oscuro del quotidiano da Twin Peaks a Dark, Previtali esplora la “Lynchtown”, approfondendone due successive incarnazioni che hanno profondamente segnato il paesaggio televisivo degli ultimi anni: Stranger Things (che presenta un Altrove fisico, il Sottosopra) e di nuovo Dark (in cui un viluppo di segreti e di complesse interazioni familiari nasconde una realtà ancora più minacciosa e inquietante della sinistra centrale nucleare che domina la cittadina boschiva).