Beretta Anguissola Alberto


Alberto Beretta Anguissola è professore ordinario di letteratura francese presso l’Università di Viterbo. I suoi studi si sono incentrati sul genere letterario dei viaggi immaginari nel Seicento e nel Settecento (vedi soprattutto: Ombres de l’utopie, Champion, 2011) sul romanzo di formazione, sul teatro di Molière e di Racine (commento al Meridiano Mondadori, 2009 e vari articoli), sui romanzi di Prévost e Laclos, nonché sul Neveu de Rameau di Diderot. Tuttavia, il suo asse di ricerca principale riguarda l’opera proustiana: dalla pubblicazioni di alcuni testi giovanili inediti, all’annotazione di quattro delle sette parti della Recherche per la traduzione pubblicata nei “Meridiani”, dallo studio delle tematiche filosofiche presenti nella Recherche (con il saggio Proust inattuale che nel 1976 ottenne il premio Viareggio - Opera Prima) all’interpretazione dei numerosi riferimenti intertestuali e interdisciplinari del testo proustiano. Al riguardo, ha recentemente pubblicato il volume Les Sens cachés de la Recherche (Classiques Garnier, 2013).


Saggi

De l’erreur chez Proust (Détours de l'erreur)