Bernardini Riccardo

bernardini@eranosfoundation.org


Riccardo Bernardini, Segretario scientifico della Fondazione Eranos (Ascona) e Presidente del Consiglio Direttivo dell’Istituto di Psicologia Analitica e Psicodramma (IPAP), Scuola di Specializzazione in Psicoterapia, Scuola di Formazione Permanente e Centro Clinico-Psicologico di Cure Primarie (Ivrea), è psicologo psicoterapeuta e dottore di ricerca in Psicologia della salute e della qualità della vita e in Studi religiosi: scienze sociali e studi storici delle religioni. È socio della Associazione per la Ricerca in Psicologia Analitica (ARPA, Torino). Già docente di Psicologia Analitica e Psicologia della formazione presso la Facoltà di Psicologia dell’Università di Torino, è attualmente professore a contratto di Psicologia delle relazioni interpersonali presso il Dipartimento di Scienze della Sanità Pubblica e Pediatriche dell’Università di Torino e di Filosofia ermetica presso il Master in Culture simboliche per le professioni dell’arte, dell’educazione e della cura dell’Università degli Studi di Milano-Bicocca. Tra le sue pubblicazioni, Carl Gustav Jung a Eranos 1933-1952 (con G. P. Quaglino e A. Romano, 2007), Il sogno. Dalla psicologia analitica allo psicodramma junghiano (curato con M. Gasseau, 2009), Jung a Eranos. Il progetto della psicologia complessa (2011) e Jung e Ivrea (2018). In accordo con la Fondazione delle Opere di C.G. Jung, ha portato a pubblicazione I miti solari e Opicino de Canistris. Appunti del Seminario tenuto a Eranos nel 1943 di Carl Gustav Jung (con G. P. Quaglino e A. Romano, 2014), anche in traduzione inglese (2015), e i carteggi C. G. Jung-Henry Corbin (2013) e C. G. Jung-Cesare Musatti/Nuove Edizioni Ivrea (2018). Ha inoltre curato Eranos – Its Magical Past and Alluring Future: The Spirit of a Wondrous Place (2015), numero monografico della rivista Spring: A Journal of Archetype and Culture, di cui è stato anche curatore della sezione “Jungiana” (2012-2015), il volume celebrativo Eranos 85 Years. 85 anni di Eranos: 1933-2018 (con F. Merlini, 2017) e l’edizione italiana di Vegliare il sogno. Teoria e pratica del Dream Tending di Stephen Aizenstat (con G.P. Quaglino, 2013). Per la Fondazione Eranos, sta attualmente curando l’edizione critica delle Visioni di Olga Fröbe-Kapteyn, dei Diari di analisi di Emma Hélène von Pelet-Narbonne (con la corrispondenza C.G. Jung-Emma Hélène von Pelet-Narbonne) e dei Disegni dell’inconscio di Alwine von Keller (con la corrispondenza C. G. Jung-Alwine von Keller). È responsabile editoriale, con Fabio Merlini, degli Eranos Yearbooks, editi dal 1933, collana di cui ha curato i volumi Eranos Reborn (LXIX/2006-2007-2008), L’amore sul filo della fragilità (LXX/2009-2010-2011), Dopo i maestri: spazi senza soglie (LXXI/2012), L’anima tra incanto e disincanto (LXXII/2013-2014) e Il mondo e la sua ombra (LXXIII/2015-2016).


Saggi

L’ultimo Jung nella stanza di analisi (Postludi. Lo stile tardo)