Borroni Chiara

chiaraborroni@gmail.com


Chiara Borroni si è laureata nel 2001 in conservazione dei Beni Culturali presso l’Università degli Studi di Parma; ha conseguito un master e un dottorato di ricerca in Cinema, Televisione e Multimedia presso l’Université Paris 1 – Panthéon Sorbonne di Parigi, entrambi dedicati ai rapporti tra cinema popolare italiano e immaginario con specifica attenzione ai generi. Nel 2010 ha conseguito un dottorato di ricerca in Teoria e Analisi del Testo presso l’Università degli Studi di Bergamo discutendo una tesi sui rapporti tra cinema e architettura con particolare riferimento al concetto teorico di abitare e alle architetture dello spazio domestico. Dal 2005 è Cultore della materia presso l’Università degli Studi di Bergamo per la cattedra di Fondamenti di storia del cinema e Storia del cinema italiano e dal 2007 tutor presso il laboratorio di Critica Cinematografica. Dal 2004 è inoltre responsabile scientifico delle teche del centro di documentazione della Fondazione Alasca – Archivio Lombardo dell’Audiovisivo. Dal 2001 collabora alla rivista di cultura cinematografica Cineforum e dal 2007 fa parte del gruppo redazionale della rivista. Dal 2001 al 2008 è stata anche curatrice dell’edizione annuale de L’annuario del cinema pubblicato dalla Federazione Italiana Cineforum. Suoi saggi sono stati pubblicati dalle riviste accademiche Paragrafo edita dalla Bergamo University Press e Quaderni del Centro Sperimentale edita dal CSC. Ha collaborato al volume Gus Van Sant a cura di Barbara Grespi in corso di pubblicazione presso Marsilio con un saggio sul film Da Morire e  sta lavorando a un libro sull’influenza della cultura Americana sul cinema italiano.


Saggi

La Madonna del latte dell’Eur ovvero Le tentazioni del dottor Antonio (Forme del sacro)