Impellizzeri Fabrizio

fabrizio220@yahoo.it


Fabrizio Impellizzeri è RTD B di Letteratura Francese, abilitato alla funzione di professore associato, presso la Struttura Didattica Speciale di Lingue e Letterature Straniere di Ragusa dell’Università degli Studi di Catania dov’è attualmente anche coordinatore per la Francesistica. I suoi ambiti di ricerca riguardano l’analisi del fenomeno della sublimazione erotica e la trasgressione nel romanzo francese del Novecento, l’engagement e il suo ruolo politico di rivolta nel linguaggio, le riscritture del mito, le riscritture del sé, l'autoadattamento cinematografico e infine la sociolinguistica applicata allo studio delle variazioni nel cinema e nella letteratura francese contemporanea. Dapprima specialista del romanzo e del cinema di Jean Genet, ha dedicato ugualmente i suoi studi ad autori che si situano tra l’Ottocento e il XXI secolo e spaziano anch’essi tra letteratura e cinema. Tra i più significativi si ricordano René Bazin, Jean de Tinan, Colette, Pierre Jean Jouve, Maurice Sachs, Pierre Klossowski, Pier Paolo Pasolini (comparato a Genet), Samuel Benchetrit e, per il cinema, André Téchiné. Ha al suo attivo tre monografie: L’écriture fantasmatique. La transcription du désir chez Jean Genet et Pierre Klossowski (Lunario, 2007), De l’écriture tactile à l’image. La figuration du désir chez Jean Genet et Pierre Klossowski (Lunario, 2008) e Sémiotique de l’outrage. Infractions politiques du langage, sociolectes et cinélangues chez Jean Genet et Pier Paolo Pasolini (Aracne, 2010). Ha curato la sezione "I mercati del tradurre: formazione linguistica e orientamenti professionali" ne Les liaisons plurilingues. Lingue, culture e professioni (Mucchi Editore, 2014), il volume Les Variations linguistiques dans la littérature et le cinéma français contemporains (Classiques-Garnier, 2015) e il fascicolo n°8 della rivista Repères-Dorif Parcours variationnels du français contemporain (2015). Codirige dal 2014 la collana "Mercures – Studi Mediterranei di Francesistica" per Mucchi Editore di Modena e collabora, dal 2016, in qualità di membro della redazione con la rivista scientifica di fascia A "TICONTRE. Teoria Testo e Traduzione" del Dipartimento di Lettere e Filosofia dell’Università degli Studi di Trento e, dal 2019, anche con la rivista Quêtes littéraires dell'Istituto di Filologia Romanza dell'Università Cattolica Jean-Paul II di Lublino (Polonia) diretta da Edyta Kociubińska.


Saggi

Secret, solécisme et dévoilement de l’indicible dans l’œuvre de Pierre Klossowski (Il segreto)