Locatelli Preda Marica


Marica Locatelli Preda è dottore di ricerca in teoria e analisi del testo dal 2010. Laureata in Lingue e Letterature Straniere presso l'Università degli Studi di Bergamo nel 2003, presso lo stesso ateneo ha frequentato il Dottorato di Ricerca dal 2007 al 2010 conseguendo il PhD con una tesi dal titolo: 'Fashioning Renaissance Literary Femininity': percorsi della memoria, percorsi dall'oblio alla canonizzazione in cui si tratta dei rapporti che legano memoria, oblio, trauma e letteratura inglese femminile nel Rinascimento. Assegnista, anglista, cultore della materia presso la Facoltà di Lingue dal 2003, ottima conoscenza dell'inglese, anche accademico, collabora con il Dipartimento di Lingue e Letterature Comparate fin dal conseguimento della Laurea.
Ha pubblicato un volume sulla letteratura delle donne nel Rinascimento inglese, alcuni articoli, saggi e recensioni nell'ambito di lingua, cultura e letteratura inglese.
Ha insegnato lingua e letteratura inglese in corsi post-diploma e post-laurea finanziati dalla Regione e dall'Unione Europea e collaborato con alcune testate, cartacee e web. Attualmente si sta occupando di “Trauma Studies” e “Memory Studies” nella letteratura inglese postmoderna con attenzione particolare all’autore britannico contemporaneo Chris Cleave.

Pubblicazioni
Volumi:
Donne Ombra, Lulu, Roma, 2007.
Migrazioni del sabba, Lulu, Roma, 2008.
I memoriali svelati, Albatros, Viterbo, 2010.

Saggi, articoli, recensioni:
“Femminismo, multiculturalismo e tolleranza”, in Bollettino Telematico di Filosofia Politica, Università di Pisa, Pisa, 2009.
Recensione del saggio di Jean-Michel Ganteau e Susana Onega, Ethics and Trauma in Contemporary British Fiction, in The European English Messenger, giugno 2012.
(in fase di pubblicazione) Recensione del saggio di David Malcolm, The British and Irish Short Story Handbook, in The European English Messenger, settembre/dicembre 2012.


Saggi

Metamorfosi vegetali in Marina Warner (Natura e metamorfosi)


Tappeti volanti nei cieli di Mark Twain (Dall'alto)


John Keats: l'ansia scolpita negli Elgin Marbles (Il frammento)


Dalla Nigeria alla prigionia: il trauma di Little Bee in Chris Cleave (Prigioni)