Massarente Martina


Martina Massarente ha studiato Storia dell’arte presso l’Università degli Studi di Genova laureandosi in Conservazione per i beni culturali. Successivamente ha conseguito presso la medesima università la laurea magistrale in Storia dell’arte e Valorizzazione del Patrimonio Artistico (110 cum laude). Attualmente è dottoranda di ricerca in Digital Humanities - Arte Spettacolo e Tecnologie Multimediali presso l’Università di Genova. I suoi principali interessi di ricerca sono rivolti all’approfondimento di tematiche che riguardano storia della critica d’arte, storia della fotografia, archivi fotografici (analogici e digitali) e nuovi media. Svolge attività di curatela indipendente, collabora con esperti nel settore della fotografia e degli archivi digitali ed è responsabile di galleria presso PhotoFactory, Genova. La sua ricerca dottorale riguarda la fotografia come strumento per l’insegnamento e lo studio della Storia dell’arte, con particolare attenzione rivolta al contesto storico–artistico e universitario genovese. Parte della sua tesi di ricerca è dedicata alla gestione, digitalizzazione, catalogazione e conservazione delle diapositive su vetro appartenute a Giusta Nicco Fasola, prima docente di Storia dell’Arte medievale e moderna dell’Università di Genova. Scopo della ricerca è approfondire il metodo critico e scientifico della docente e il suo approccio alle tecnologie dell’epoca (fotografia e cinema) nonché i suoi rapporti con i padri della Storia dell’arte italiana tra i quali si citano: Adolfo e Lionello Venturi, Roberto Longhi, Carlo Ludovico Ragghianti.


Saggi

Il gioco dell’arte, l’illuminazione del dettaglio fotografico. Riflessioni sull’uso delle immagini in Roberto Longhi (Prospettive transmediali)