Pirro Alberto

alberto.pirro@studio.unibo.it


Da dicembre 2020, Alberto Pirro (Napoli, 1990) frequenta la Scuola di Specializzazione in Beni Storico-Artistici dell'Alma Mater Studiorum - Università di Bologna. I suoi interessi di ricerca gravitano intorno alla scultura italiana dell’Ottocento, con particolare attenzione a quegli artisti che transitano fra Torino, Roma, Parigi e Londra.
Il suo percorso formativo si è svolto tra Roma, Torino e Parigi. Nel marzo 2017 ha conseguito la laurea triennale in Storia e Conservazione del Patrimonio Artistico e Archeologico presso l'Università degli Studi di Roma Tre, discutendo la tesi Frammento di un polittico disperso. Il Sant'Alberto per i carmelitani messinesi di Polidoro da Caravaggio (1528-1534), diretta dalla Prof.ssa Silvia Ginzburg. Nel 2018-19, nell’ambito del programma Erasmus+, ha trascorso dieci mesi di studio presso l'École Nationale des Chartes di Parigi. Nell'aprile 2019 ha inoltre svolto un tirocinio di tre mesi presso il dipartimento di scultura del XVIII secolo del Musée du Louvre, sotto la supervisione di Guilhem Scherf. Nel luglio 2020 ha conseguito la laurea magistrale in Storia dell'Arte presso l'Università degli Studi di Torino con il massimo dei voti, discutendo la tesi Quegli abili scultori che la città di Lione ha donato alla Francia. I fratelli Nicolas (1658-1733) e Guillaume (1677-1746) Coustou, tra fonti settecentesche e storiografia contemporanea, diretta dal Prof. Giuseppe Dardanello.


Saggi

Il genio emendato: Benvenuto Cellini tra letteratura popolare e scolastica nel secondo Ottocento italiano (Figure dell'artista)