Pollicino Simona

simona.pollicino@uniroma3.it


Simona Pollicino è professore associato di lingua e traduzione francese all’Università Roma Tre. I suoi ambiti di ricerca riguardano l’immaginario spaziale nella letteratura francese (Antoine de Saint-Exupéry: una poetica dello spazio, L’Harmattan Italia, 2005), la traduzione letteraria, con particolare riguardo alla poesia e alla questione del ritmo, e le interconnessioni tra la poesia e le altre arti. Ha dedicato diversi contributi ai poeti e traduttori Yves Bonnefoy e Philippe Jaccottet tra cui la monografia Enjeux rythmiques de la traduction poétique. Yves Bonnefoy et Philippe Jaccottet à l’écoute des autres (Aracne, 2018) e i saggi, tra gli altri, “Traduire le rythme de la danse ou l’expérience de l’unité: Y. Bonnefoy traduit To a child dancing in the wind de W. B. Yeats” (2014),“La fonction rythmique de la répétition lexicale: Bonnefoy traducteur de Pascoli” (2017). È inoltre curatrice (con G. Henrot Sostero) del volume collettaneo Traduire en poète (Artois Presses Université, 2017). Sulla poesia e le arti ha pubblicato alcuni saggi tra i quali “Dedham vu de Langham o la musica del visibile” (2008) e “Bonnefoy après Baudelaire, Mallarmé et Valéry. Une "conversation" à quatre sur poésie et photographie” (2019).


Saggi

Tra identità e alterità: la parola poetica di Philippe Jaccottet e il paradosso del traduttore trasparente (Trasparenze)