Rezzonico Sonia

sonia.rezzonico@gmail.com


Sonia Rezzonico ha concluso il suo dottorato di ricerca in filosofia presso l’Universitat Pompeu Fabra di Barcellona (Spagna) e l’Università Statale degli Studi di Milano, dopo aver discusso la sua tesi, La vita degli oggetti: Walter Benjamin pioniere dei Material Studies. È membro co-fondatore del seminario permanente di ricerca PIS (Performing Identities Seminar) ospitato dal Dipartimento di Filosofia dall’Università Statale degli Studi di Milano che indaga le dinamiche di metamorfosi dell’identità in una prospettiva interdisciplinare, prestando particolare attenzione ai dispositivi performativi e ai processi che istituiscono lo statuto identitario di soggetti e collettività. Oltre che su queste tematiche, i suoi interessi di ricerca vertono tanto sul ruolo della cultura visuale e materiale nella ricerca storiografica, quanto sullo studio dell’espressività materiale e sensibile per indagare corrispondenze e analogie tra le pratiche epistemiche del sapere umanistico e quelle che guidano lo studio degli esemplari naturali. È autrice di Why Contemporary art is not Beauty? Some considerations about Arthur Danto’s theory of art (Edit.um, 2015); Tra Natura e Storia: l’influenza degli scritti scientifici di J. W. von Goethe sulla metodologia storiografica di Walter Benjamin (Syzetesis, 2016).


Saggi

Tra Natura e Artificio: il Museo di Storia Innaturale di Dario Ghibaudo (Dove va il museo)