Scotto Fabio


Fabio Scotto è professore associato di letteratura francese all’Università di Bergamo, dove dirige il CISAM (Centro internazionale studi sulle avanguardie e sulla modernità). Specialista dell’opera di Bernard Noël (ha diretto nel 2005 il convegno di Cerisy Bernard Noël: le corps du verbe, ENS éditions, 2008) e di Yves Bonnefoy, è autore di saggi Le Neveu de Rameau de Denis Diderot (1992), Bernard Noël: il corpo del verbo (1995), La voce spezzata. Il frammento poetico nella modernità francese (2012), Il senso del suono. Traduzione poetica e ritmo (2013), e di numerosi articoli sulla poesia francese contemporanea e la traduttologia letteraria. Ha tradotto una trentina di opere, tra le quali Chatterton di Alfred de Vigny, Notre-Dame de Paris di Victor Hugo (prefazione di Umberto Eco), le Premières poésies di Villiers de l’Isle-Adam, L’opera poetica di Yves Bonnefoy per i “Meridiani” Mondadori, e ha curato e tradotto un’importante antologia della nuova poesia francese (Nuovi poeti francesi, Einaudi, 2011). Poeta, è autore di otto raccolte e numerosi libri d’artista; le suo poesie sono state tradotte in una decina di lingue.


Saggi

Mathieu Bénézet : les errances poétiques d’un Orphée contemporain (Détours de l'erreur)