Sirtori Marco

marco.sirtori@unibg.it


Marco Sirtori insegna letteratura italiana all’Università degli Studi di Bergamo. I suoi maggiori campi d’interesse sono: le espressioni letterarie del romanticismo italiano, con particolare riguardo alle forme della poesia, all'interazione tra le arti e agli interscambi culturali tra Europa e Italia; il teatro italiano tra Sette e Ottocento (melodramma e tragedia); il romanzo storico e i rapporti tra parola e musica. È autore di saggi su Lorenzo Mascheroni, Lorenzo Da Ponte, Andrea Maffei, Silvio Pellico, Cesare Cantù, Giosue Carducci, Edmondo De Amicis, Riccardo Bacchelli, Gian Pietro Lucini. Nel 2006 ha pubblicato il volume Lector in musica. Libri e lettori nel melodramma di Sette e Ottocento (Marsilio) e ha curato un’edizione del romanzo storico Margherita Pusterla (Viennepierre) per le celebrazioni del centenario di Cesare Cantù. È curatore del volume La cultura del turismo sul Lario e nelle sue valli (Cisalpino 2010).


Saggi

Mater Damnationis. Polittico drammaturgico per Erodiade (Forme del sacro)